Progetto Mangiaplastica 2022: dal 31 gennaio si apre la seconda finestra temporale del bando

Dal 31 gennaio al 31 marzo 2022, sarà possibile inoltrare domanda di accesso alle risorse messe a disposizione dal Progetto Mangiaplastica per l’annualità 2022. Ricordiamo per la seconda finestra temporale del bando è prevista una dotazione pari a 5 milioni di euro.

Come sappiamo, il decreto firmato dal Ministero della Transizione Ecologica, ha come scopo quello di contenere la produzione dei rifiuti in plastica attraverso l’acquisto e l’utilizzo di eco compattori. Il bando è rivolto ai Comuni italiani che intendono migliorare la gestione della raccolta differenziata, per favorire il sistema di riciclo incentivante e sostenere nel contempo l’economia circolare del territorio.

In attesa della prossima apertura del Progetto Mangiaplastica 2022, vediamo di seguito quali sono i requisiti e le modalità di accesso e come verranno distribuite le risorse disponibili.

Progetto Mangiaplastica 2022: requisiti e scadenze

Il fondo promosso dal MiTe consente alle amministrazioni comunali di acquistare e installare eco compattatori per la raccolta differenziata di bottiglie e flaconi in Pet. Questi macchinari sono capaci di riconoscere la tipologia di rifiuto, riducendone il volume per rendere più agevole ed efficace il processo di riciclo.

Come per la prima finestra temporale (che si conclusa lo scorso 10 novembre), anche per l’annualità 2022 i Comuni potranno accedere al fondo tramite invio di un’istanza, in cui dovranno essere specificate le seguenti informazioni:

  • numero di abitanti (i comuni con meno di 100 mila abitanti possono accedere acquistare di un solo eco compattatore; mentre i comuni con una popolazione superiore, possono richiedere le risorse necessarie per l’acquisto di una macchina ogni 100 mila abitanti);
  • il progetto per l’acquisto e l’installazione dell’eco compattatore, costituito da una relazione descrittiva e da un preventivo di spesa.

Restano invariati anche gli importi da assegnare ai singoli Comuni:  15 mila euro per l’acquisto di un eco compattatore di capacità media, e fino a 30 mila euro, per impianti di capacità alta.

Le domande devono essere inoltrate utilizzando sempre la piattaforma messa a disposizione dal MiTe, a partire dal 31 gennaio e fino al 31 marzo 2022. La valutazione dei progetti, con la relativa attribuzione dei punteggi, avviene nel rispetto dell’ordine di arrivo delle istanze. Entro i 90 giorni dalla chiusura della finestra temporale del bando, sarà pubblicata sul sito web del ministero la graduatoria delle domande ammesse (per i Comuni che hanno presentato domanda per l’annualità 2021, la graduatoria sarà resa nota entro l’11 febbraio 2022).

I servizi Eurven per i Comuni

Anche per l’annualità 2022, Eurven fornisce assistenza completa alle amministrazioni comunali che intendo accedere ai finanziamenti previsti per l’acquisto di eco compattatori. L’azienda, come per la precedente finestra temporale, si occuperà della stesura del progetto e seguirà i comuni durante l’iter di inoltro delle istanze.

Per maggiori informazioni, visita la pagina “Ecocompattatori e isole ecologiche per comuni” oppure richiedi una consulenza compilando il seguente modulo di contatto.

Contattaci per il tuo Comune

    Carlo Venturato